CORSO DI ALTO PERFEZIONAMENTO IN PRASSI ESECUTIVA PIANISTICA STORICAMENTE INFORMATA

ALTO PERFEZIONAMENTO

 

L’iniziativa nasce dalla presenza di strumenti originali di assoluta e riconosciuta rilevanza (Collezione Accardi) di cui la Scuola dispone. L’obiettivo del corso, in continuazione e in evoluzione al lavoro iniziato nelle passate edizioni, è costituire un punto di riferimento che coordini gli studiosi in linea con questa prospettiva e far acquisire una conoscenza più profonda e adeguata della prassi esecutiva pianistica alla luce delle più recenti ricerche sul pianoforte storico, inducendo così il pianista “moderno” a una visione più completa del proprio strumento.

Il percorso didattico è strutturato in tre periodi organizzati in lezioni individuali, incontri collettivi, seminari, per i quali si vedono coinvolte in sinergia eccellenze didattiche di livello assoluto.
L’equipe pedagogica è stabilita a partire da un principio unico nel mondo dell’insegnamento musicale: la collaborazione intergenerazionale. I professori principali figurano tra i musicisti più rispettati della loro generazione: Stefano Fiuzzi (1943), Evgeni Koroliov (1946), Jura Margulis (1968), Giovanni Paolo Di Stefano (1979), Julien Libeer (1987).
Solidamente ancorati alla tradizione russa ed europea, apporteranno agli studenti delle visioni complementari e delle energie differenti. A partire dalla collezione unica di strumenti storici già presenti a Saluzzo, presteranno un’attenzione particolare a tutte le questioni legate all’interpretazione del repertorio antico sugli strumenti moderni. Senza dogmatismi, si rifletterà sulla questione dell’interpretazione storicamente informata sia sul piano tecnico-pratico sia su quello storico-filosofico. Ci si rivolgerà inoltre alle recenti esperienze di costruzione dei pianoforti, specialmente i nuovi pianoforti a corde parallele (Maene, Paulello…), genere ibrido tra il pianoforte e la tastiera moderna.
La presenza permanente di un dipartimento di “ingegneria del suono” all’interno della Scuola APM permetterà inoltre di offrire ai partecipanti, in un capitolo didattico a corollario al corso, una panoramica sulle potenzialità delle nuove tecnologie nel campo della produzione musicale che consenta ai musicisti di approfondire il proprio bagaglio culturale ed acquisire la preparazione necessaria alla gestione consapevole di una propria registrazione musicale sotto l’aspetto tecnologico.
È prevista una masterclass di interpretazione vocale tenuta dai docenti Luciana Serra e Gianmaria Bonino. Vi saranno dunque occasioni di sinergia tra i due capitoli didattici.

Il corso rientra nel progetto promosso dalla Compagna di San Paolo nell’ambito dell’alta formazione musicale, area arte attività e beni culturali.

 

AIMS AND OBJECTIVES

What is the role of the art and profession of a classical
musician in a world that is based on cultural premises which
are very different from those that generated the music he
plays? What kind of synthesis can he make among the
different inherited currents of the twentieth century, between
the Romantic tradition and the so-called
“historically informed practice”?
This internationally-oriented course is aimed at young pianists
of exceptional talent who wish to delve into questions of
interpretation and technique and to share the various aspects
that will constitute their future as professional musicians in the
modern world.

7-12 November: stage with
Fiuzzi, Accardi, Di Stefano

4-9 February:stage with
Koroliov, Margulis, Libeer, Doria

9-10 March: stage with
Fiuzzi, Accardi, Di Stefano

REGISTRATION WITHIN THE 5 OCTOBER 2018