/Riccardo
Mazza
Riccardo Mazza

Riccardo
Mazza

(Tecniche multimediali)

Compositore, artista multimediale specializzato nella ricerca sonora sperimentale e nell’interactive design e docente presso la Scuola di Alto Perfezionamento di Saluzzo dal 1995.

Dalla fine degli anni ’80 svolge un’intensa attività di ricerca, i cui risultati più rilevanti sono indirizzati alla sintesi e all’interazione audiovisiva di elementi digitali complessi, e che lo ha condotto alla realizzazione di software che permettono di trattare e gestire tali elementi all’interno di un linguaggio strutturato. Nel 2001 fonda l’Interactive Sound che si occupa di interactive e multimedia design in ambito museale e culturale con cui fino al 2016 progetta e realizza percorsi museali e mostre con videoinstallazioni immersive nei musei più importanti in Italia tra i quali il  Museo Egizio e la Reggia di Venaria a Torino e il Complesso del Vittoriano a Roma.

Tra le sue ricerche si segnalano: Renaissances FX Dolby Surround encoded library, la prima raccolta di effetti sonori al mondo per il cinema e la televisione realizzata in Dolby Surround spazializzato (2000); la scoperta e la realizzazione del modello psicoacustico delle “onde del sonno” (2003); SoundBuilder, il primo software per la sonorizzazione audio su video per la creazione di contributi in surround presentato all’AES (Audio Engineering Society) di New York (2006).

Nel 2016 pubblica la raccolta monografica /antologica Experimental Works 2000-2015: 9 CD che contengono tutti i lavori di musica e sonorizzazione sperimentale degli ultimi 15 anni opportunamente rivisti, remixati e rimasterizzati.

Sempre nel 2016 pubblica il doppio album Project-TO “The Black Side, The White Side” insieme ad un live audiovisual che debutta ad Artissima e che prosegue in molte altre piazze italiane. L’album incontra una critica molto favorevole sia in Italia che all’estero ed entra in Eurochart delle classifiche indipendenti underground. Fonda nello stesso anno l’A21 Productions, label di musica sperimentale, insieme agli experimental studios, studi di registrazione audio visual dedicati alla sperimentazione sonora e visiva.