Natalino Ricciardo

/Natalino Ricciardo

Natalino Ricciardo

Nato a Genova nel 1965, si è diplomato nel 1984 con il massimo dei voti al Conservatorio “Niccolo? Paganini” di Genova sotto la guida del maestro Antonino Virtuoso.
Vincitore di numerosi concorsi (1° corno al Teatro S. Carlo di Napoli, 1° corno e corno di fila alla RAI di Torino, 1° corno al Teatro Carlo Felice di Genova) e di audizioni (Teatro alla Scala di Milano, Orchestra Giovanile Italiana, Teatro San Carlo di Napoli, ecc.), e? stato 1° corno stabile del Teatro San Carlo di Napoli (1984-86), della RAI di Torino (1987) e del Teatro Carlo Felice di Genova (1988-1997).

Collabora abitualmente come 1° corno con l’Orchestra del Teatro alla Scala e con la Filarmonica della Scala con cui ha partecipato a numerose tourne?e internazionali. Come 1° corno ha collaborato con l’Orchestra di Santa Cecilia di Roma, l’Orchestra della Suisse Romande, l’Orchestra Mozart di Bologna, l’Orchestra della Svizzera Italiana, l’Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia, l’Orchestra Filarmonica “Arturo Toscanini” di Parma, l’Orchestra Giovanile Italiana, la RAI di Napoli, i Solisti Veneti, l’Orchestra da Camera di Padova e del Veneto.

Di rilievo l’attività che svolge con l’Orchestra da Camera di Mantova da circa 20 anni, molti di questi sotto la direzione del Maestro Benedetti Michelangeli.

Ha collaborato con i più importanti direttori d’ orchestra: Abbado, Maazel, Muti, Gergiev, Metha, Chung, Gatti, Chailly, Levine, Inbal, Oren, Sinopoli.

In ambito cameristico ha suonato per le più importanti Istituzioni musicali nazionali: Unione Musicale di Torino, Settembre Musica di Torino, Stresa Festival, Società del Quartetto, Società dei Concerti di Milano, Musica Riva, Amici della Musica di Trieste e di Firenze, GOG di Genova, ecc.

Dal 1998 ricopre il ruolo di 1° corno nell’Orchestra del Teatro Regio di Torino (Direttore musicale Gianandrea Noseda) ed e? docente di ruolo di Corno (dopo essersi classificato al 1° posto al Concorso nazionale nel 1991) presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino.